Caduta capelli

Alopecia e capelli che cadono

La perdita dei capelli nell’uomo e nella donna viene definita alopecia e può variare nella forma in cui si manifesta sul cuoio capelluto, per la causa che la provoca e la durata temporale che la caratterizza. Sebbene il problema della caduta dei capelli sia più comune tra gli uomini, stiamo assistendo da anni a una crescente incidenza di casi anche tra le donne che sempre più numerose si presentano nei centri tricologici, spesso in condizioni di forte ansia e preoccupazione.
alopecia femminile: donne che perdono i capelli
Tra le forme più diffuse di alopecia vanno incluse:

  • alopecia androgenetica: tendenza ereditaria alla calvizie;
  • alopecia da stress (psicogena): caduta capelli di origine psicologica;
  • alopecia seborroica: sebo prodotto in qualità e quantità dannose per la salute dei capelli;
  • alopecia areata: caduta dei capelli a ciocche per cause principalmente genetiche;
  • effluvio telogen: aumento temporaneo o cronico della perdita di capelli in fase telogen.

Per quanto riguarda le più comuni cause di alopecia abbiamo:

  • cause genetiche: contro le quali si possono opporre trattamenti tricologici che ritardano o rimandano nel tempo il fenomeno di caduta;
  • cause ormonali: disfunzioni della tiroide o dell’ipofisi con effetti anomali sulla capigliatura;
  • cause psicologiche: prolungati periodi di stress o shock emotivi a cui seguono effetti psicosomatici;
  • cause alimentari: di solito si tratta di carenza di proteine, vitamine o oligoelementi, dovuta a cattiva alimentazione o diete eccessivamente rigide;
  • cause farmacologiche: la chemioterapia o l’abuso di farmaci.

Le alopecie possono essere classificate anche in base alla durata temporale:

alopecia femminile: donne che perdono i capelli

  • alopecie temporanee: la caduta dei capelli è dovuta a un fattore contingente, a un evento particolare o alla stagionalità. I follicoli piliferi vengono preservati, i capelli ricrescono (con o senza il supporto di trattamenti) e non si rilevano danni permanenti di alcun tipo;
  • alopecie cicatriziali: i capelli cadono in maniera definitiva e irreversibile perché i follicoli e i bulbi vengono seriamente danneggiati o diventano atrofici (incapaci di produrre nuovi capelli). In questo caso i trattamenti e i prodotti per capelli non hanno più effetto.

Poiché l’eziologia (cause) e la sintomatologia (sintomi) che riguardano i fenomeni di alopecia sono estremamente articolate, non bisogna cadere nell’errore di pensare che esistano cure o rimedi buoni in tutti i casi ed efficaci a prescindere dalle caratteristiche dei soggetti interessati. Per questo è importante effettuare l’esame del capello e della cute, in questo modo è possibile rilevare le condizioni e le caratteristiche della persona interessata dalla caduta anomala dei capelli, e sulla base dei dati raccolti elaborare un piano di trattamenti mirati.